Spiagge naturiste: quelle autorizzate.

Il naturismo è un reato? No! Nel 2000, due sentenze della Corte di Cassazione hanno reso illegittimo il naturismo nei luoghi dove di solito è tollerato. Ma ciò significa che in Italia si può praticare il naturismo solo nelle aree o spiagge naturiste autorizzate. Se ti mostri come “mamma ti ha fatto” in mezzo a persone in costume, commetti un reato, ovvero “atti contrari alla pubblica decenza” (che non c’entra nulla con il naturismo, questo vale anche per i maniaci che aprono l’impermeabile). In sintesi, spogliati, dove altr* sono già nudi e non commetti nessun reato.spiagge naturiste blog babaiola

Ecco la lista per Regione:

Lazio

Capocotta (Lido di Ostia): 250 metri di arenile tra le dune di Ostia, si trova all’interno della riserva di Castel Porziano. L’ingresso è al km 9 e 300, è segnalato con un apposito cartello. Spiaggia di Focene: ben 600 metri di spiaggia, dietro la pineta di Focene. Si raggiunge costeggiando la recinzione dell’aeroporto di Fiumicino, da via Coccia di Morto verso via del Pesce Luna fino ad arrivare ad un cancello che segna l’accesso alla spiaggia.

Sardegna

spiagge naturiste blog babaiola

Dune Piscinas

Bari Sardo: una spiaggia di circa 250 metri quadrati. L’area destinata ai naturisti è, precisamente, compresa fra gli arenili di Foxi e di sa Marina. Piscinas (Sassari): la spiaggia naturista più grande d’Europa. Sono ben 800 metri di litorale a sud degli stabilimenti balneari e dell’hotel “Le Dune d’Ingurtosu”. Porto Ferro (Sassari): dal parcheggio principale di Porto Ferro, si attraversa a piedi tutta la spiaggia per circa 1 km. È costituita da tre cale sabbiose collocate ai piedi delle torri aragonesi, Torre Bianca e Torre Nigra.

Campania

Spiaggia del Troncone, Marina di Camerota (Salerno): è all’interno del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Il tratto di spiaggia naturista è nella totale privacy, in quanto nascosto da un costone di roccia. È costituito da 3 calette, in totale è un tratto di spiaggia lungo circa 400 metri. Indicazioni: arrivare al bivio Palinuro/Marina di Camerota, girare a sinistra, oltrepassare la seconda galleria, accostare a destra per parcheggiare. Lì, si trova il lido “I Trettrè”, si scende in spiaggia, si va verso sinistra e proseguendo si raggiunge la zona naturista.

Abruzzo

Lido Le Morge, Torino di Sangro (Chievo): La spiaggia di Le Morge è riconoscibile grazie alla presenza di un grande scoglio, il tratto autorizzato è di circa 200 metri ed è situato a poche centinaia di metri più a nord del trabucco. È indicato da apposita cartellonistica.

Toscana

spiagge naturiste blog babaiola

Isola D’Elba

Spiaggia di Aquarilli, Isola D’Elba: tratto di spiaggia di 220 metri che si trova sul versante sud della baia. Composta da sassolini prevalentemente neri, è davvero molto calda in piena stagione estiva. Nido dell’Aquila, San Vincenzo (Livorno): si trova all’interno del Parco Naturale di Rimigliano. Da San Vincenzo si percorre la Strada della Principessa, dopo circa 6 km si trovano sul lato mare due poderi, Podere Tuscania e Nido dell’Aquila. Dal parcheggio del Podere Tuscania si imbocca un sentiero fino al mare, poi si prosegue nella spiaggia al lato sinistro per circa 100 metri. Spiaggia di Punta del Miglio, Livorno: Si trova a nord del Ponte di Calignaia, è un litorale roccioso e incontaminato. Per arrivarci, è necessario fare una bella discesa, la numero 12 del Sassoscritto. Spiaggia di Punta Combara, Livorno: anche quest’area si trova a sud del Ponte di Calignaia, si percorre un facile sentiero e nell’ultimo tratto si incontra un dislivello, che si attraversa su una scala a pioli.

Sicilia

Spiaggia di Bulala, Gela: una lunga spiaggia con bellissime dune, è stato autorizzato un lungo tratto di spiaggia in contrada Bulala (nei pressi del Biviere), è delimitato dalla foce del canale Scolmatore e dal fiume Dirillo. Ci sono altre aree dove il naturismo è tollerato: Torre Salsa, in provincia di Agrigento, l’Isola dei Conigli e Cala Guitgia a Lampedusa.

Liguria

In Liguria ancora non risultano autorizzazioni ufficiali, ma pare che il turismo sia tollerato e rispettato, in particolare, in due zone. Punta Bianca: è una caletta situata tra le città di Bocca di Magra e Montemarcello. Si imbocca la strada che da Bocca di Magra va verso Montemarcello, fino a che non si trova l’indicazione per Punta Bianca. Dal parcheggio poi si deve proseguire a piedi su un sentiero per circa 30 minuti. Capo Mortola. Ventimiglia: tra Latte ed i Balzi Rossi. Per accedere alle spiaggette si devono scendere dei sentieri piuttosto ripidi e attraversare la sede ferroviaria. Viene praticato, anche, a Chiavari e Tellaro, ma non c’è nulla di ufficiale.

 

Vuoi sapere quali sono le spiagge naturiste gay più frequentate? leggi qui Spiagge Naturiste gay in Italia: top 5

Staff

Staff

Babaiola è una community dedicata ai viaggiatori LGBT+, dove si possono pianificare le vacanze e conoscere tanti viaggiatori LGBT provenienti da tutta Europa. Lo staff propone solo destinazioni e informazioni LGBT-friendly.