Berlino gay, come descriverla? con tre parole: all’avanguardia, vibrante e cosmopolita

La città divisa in due dal muro, ormai, è stata dimenticata per fare spazio ad una capitale moderna, immersa nell’arte, innovativa, trasgressiva e con una sottocultura LGBT+ che si è affermata nella società da lungo tempo. Questa è la Berlino gay, ti entra nella testa e non ne esce più.

Berlino gay blog babaiolaCome incontrare la comunità LGBT+ berlinese?

Il quartiere di Schoneberg rappresenta l’area dove si concentrano bar, club e ristoranti gay e tanti altri locali gay-friendly, qui c’è anche la piazza di Nollendorfplatz, dove si trovano bar gay, in particolare fetish per gli amanti di latex e pelle. La Motzstraße è la zona con i locali storici, i primi locali gay aprirono negli anni 20 ed oggi è considerata il centro della cultura omosessuale di Berlino. I luoghi più frequentati dalle lesbiche sono Kreuzberg e Berlin-Mitte.

Top 7 dei club della Berlino gay:

Schwuz – è il primo club omosessuale di Berlino Ovest, ora è una disco piuttosto alternativa, frequentata da tutta la comunità LGBT+ e, anche, da etero.

Die Busche – è aperto a tutta la comunità LGBT+, con un atmosfera molto informale. Organizzano diversi eventi, soprattutto il sabato.

Lab.oratory – locale per gli amanti del fetish e dell’hardcore, rivolto agli uomini. Si trova nelle cantine del Berghain ed è richiesto un certo tipo di abbigliamento, anche se poi si ha la possibilità di restare totalmente nudi.

Woof – è un ritrovo per i bear berlinesi, ma spesso si trovano anche stranieri.

Connection  – è uno dei più antichi di Schoneberg, club per soli uomini collegato con un sex shop. Si sviluppa in due piani e si balla tutta la notte sia sul dancefloor che al piano di sotto.

Himmelreich è un locale per lesbiche con formula happy hour, organizza diversi concertini live ed è molto accogliente.

Facciola, wine bar solo per donne, qui si organizzano serate a base di karaoke ed eventi di cabaret.

Berlino gay blog babaiola

Quali sono i migliori club per cruising?

Nella Berlino gay, babaiola consiglia Mutschmann’sGreifbar e il Stahlrohr, questi luoghi sono indicati per pubblico maschile.

E le saune?

Sembra che le saune non siano molto in voga a Berlino, la Steam Works ha chiuso nel 2017 a causa di un incendio che ha causato anche delle vittime. Rimane aperta la Der Boiler, un posto molto accogliente e pulito, ospita una Spa e funge, anche, da centro benessere.

Ma non dimenticare la cultura e la storia! Non si può apprezzare una città se non la si conosce sotto i suoi diversi aspetti, ad esempio, babaiola ti suggerisce di visitare il primo museo d’arte contemporanea omosessuale di Berlino, lo Schwules Museum nel quartiere di Kreuzberg. La Porta di Brandeburgo, dove ogni termina la parata del Pride e sempre lì vicino il memoriale dell’Omocausto, un grande cubo in cemento dotato di finestra dalla quale viene trasmessa un video artistico con dei ragazzi che si baciano.

Ti piace viaggiare per le capitali? Scopri anche Londra

Staff

Staff

Babaiola è una community dedicata ai viaggiatori LGBT+, dove si possono pianificare le vacanze e conoscere tanti viaggiatori LGBT provenienti da tutta Europa. Lo staff propone solo destinazioni e informazioni LGBT-friendly.