Friendly Oktoberfest: finalmente arriva l’appuntamento! si attendono oltre 6 milioni di persone per la più grande festa della birra al mondo.

La nascita di questo evento risale al 12 ottobre 1810 quando, il principe ereditario Ludwig e la principessa Therese si unirono in matrimonio nella città bavarese di Monaco. Si tennero numerose feste private e pubbliche, la più importante fu l’ultima che vide una corsa dei cavalli cinque giorni dopo il matrimonio.

friendly Oktoberfest

Questa corsa venne ripetuta ogni anno facendola crescere di popolarità e attrazioni con giostre e gare, nel 1880 venne autorizzata la vendita della birra dando un svolta a questo evento.

Il Friendly Oktoberfest oggi:

Il nome prende origine dal mese di ottobre, il crescente numero di persone e la grande richiesta di partecipazione ha fatto si che, rispetto alla data originaria, venissero aumentati i giorni della festa e anticipato l’inizio all’ultimo fine settimana di settembre.
Circa 10 milioni i litri di birra che vengono consumati durante l’Okroberfest, diverse le tipologie che vengono offerte insieme ai pretzel e ai wurstel.

L’Oktoberfest dedicato alla comunità LGBT+.

Anche per gli amanti LGBT+ della birra ci sono occasioni per socializzare e sentirsi partecipi nella festa. Infatti, la prima domenica è dedicata alle comunità LGBT+, con un evento a tema che richiama migliaia di persone e si tiene nello stand Bräurosl. La domenica LGBT+ dell’Oktoberfest è diventato il secondo appuntamento più importante per la comunità bavarese dopo il Pride. In tutti i 17 giorni della festa ci sono numerosi eventi paralleli, discoteche e locali animano il quartiere gay Glockenbachviertel.

I posti da non perdere a Monaco.

Tra i locali da visitare c’è di sicuro la sauna Sauna Deutsche Eiche che, dal 1995, si trova dentro l’omonimo hotel gay.
I turisti che visitano Monaco fanno tappa anche al Memorial Aids, dedicato a tutte le vittime dell’Aids. Si tratta di una colonna blu eretta, nel 2001 davanti alla porta medievale Sendlinger Tor, dall’artista Wolfgang Tillmans.
Dal Bar ZUM  alla vineria Prosecco, la città di Monaco offre tantissimi locali LGBT+, per tutte le età e tutti i gusti, circoli di associazioni per i diritti delle persone omosessuali e delle librerie a tema.
Per sentire dance internazionale devi andare al NY CLUB, la discoteca più importante di Monaco e che, ogni settimana, ancor di più in queste occasioni, propone DJs che arrivano da tutta Europa e non solo.

friendly Oktoberfest

La Baviera è sempre stata una terra ospitale e non ostile alle persone LGBT+, nel 1813 il re Massimiliano Giuseppe I legalizzò gli atti omosessuali. Lo scrittore Thomas Mann e il regista Rainer Werner Fassbinder hanno avuto i natali proprio in questa terra.

Scopri quali altre mete ti aspettano per la tua prossima vacanza; i ponti d’autunno sono vicinissimi.

Staff

Staff

Babaiola è una community dedicata ai viaggiatori LGBT+, dove si possono pianificare le vacanze e conoscere tanti viaggiatori LGBT provenienti da tutta Europa. Lo staff propone solo destinazioni e informazioni LGBT-friendly.

Leave a Reply