Gay Fitness

Gay Fitness: Hai mai sognato di vedere Parigi con la forza di un’originale visuale? Lo studio di architettura e design italiano Carlo Ratti Associati ha ideato un progetto di una palestra galleggiante. Scopri le novità!

The Paris Navigating Gym per spronarti a fare più esercizio, in collaborazione con l’azienda Technogym, unisce fitness&Travel, nel pieno rispetto ambientale, per farti visitare i più misteriosi  ed inesplorati dintorni della Senna. Babaiola ha intervistato gli autori di quest’idea davvero innovativa, ecco a voi le domande più piccanti. Vai con il gay fitness!

Aprire una palestra galleggiante: Cosa vi ha ispirato questa idea?

L’ispirazione per il progetto della Navigating Gym arriva da Parigi e dai suoi battelli, e ancor più dal suo passato e dai suoi cittadini celebri, che amavano navigare la città, perdersi nei suoi meandri. Una flanerie sull’acqua, per così dire…20161128 CRA Paris Navigating Gym 3

Abbiamo pensato che ci potesse essere un modo nuovo di spostarsi sull’acqua, sfruttando un motore infallibile: l’energia umana. Grazie ad alcuni speciali macchinari per il fitness sviluppati da Technogym siamo infatti in grado di salvare l’energia generata dal movimento delle persone durante il loro allenamento, per esempio su una cyclette o su un tapis roulant, e usarla per altri scopi – quali l’alimentazione dei motori di un’imbarcazione fluviale.

La struttura ideata dalla Carlo Ratti Associati è lunga 20 metri e può ospitare fino a 45 persone. La parte non immersa nell’acqua è in vetro trasparente, in modo da consentire agli sportivi di ammirare il paesaggio urbano.

Perché unire il Travel allo sport?

Ci interessa la possibilità di vedere le cose in modo nuovo. Con la Paris Navigating Gym possiamo esplorare e utilizzare una parte dello spazio urbano altrimenti osservabile solo da lontano, o in modo fugace. E possiamo arrivare a conoscere qualcosa di più su noi stessi e su quello che ci circonda. Proprio per questo, le pareti trasparenti di questa palestra navigante saranno usate come schermi di realtà aumentata sui quali i passeggeri potranno visualizzare una serie di dati – sia dati sulla propria attività fisica, in particolare per quanto riguarda all’energia prodotta, sia dati legati all’ambiente esterno, ad esempio alle condizioni ambientali della Senna.

Come tutti i viaggi, anche Paris Navigating Gym ha una partenza ed una destinazione. Quale?

Crediamo che in questo viaggio non sia importante la destinazione, ma il percorso stesso. Insomma, non l’arrivo bensì il viaggio.20161128 CRA Paris Navigating Gym 1

Che attività avete in calendario?

Il progetto è ancora in fase di sviluppo e speriamo sia possibile realizzarlo al più presto – a Parigi o altrove. Vista la sua natura, si tratta di un concept facilmente trasferibile ad altre città.

Qual è il vostro target?

Si tratta di un target di sportivi, a ogni livello, ma anche di curiosi. Oggi l’attività sportiva ha molto spesso a che fare con la tecnologia e l’ambiente urbano: in particolare, negli ultimi dieci anni, ha sviluppato uno stretto legame con il mondo dei dati. Chiunque si alleni, a ogni livello, ama registrare le proprie prestazioni, tramite il cellulare o braccialetti digitali. Così anche il numero di passi che facciamo in città può essere tenuto sotto controllo e legato al nostro wellness. In questo modo la città sta diventando una vera e propria palestra a cielo aperto – e non solo, come spesso di dice, una “palestra di vita”.

Pronto per il gay fitness?

Dopo tanto movimento, hai voglia di relax? Ti consigliamo una rilassante sauna gay nella capitale iberica, la Ciudad Encatadora. Leggi qui 

Staff

Staff

Babaiola è una community dedicata ai viaggiatori LGBT+, dove si possono pianificare le vacanze e conoscere tanti viaggiatori LGBT provenienti da tutta Europa. Lo staff propone solo destinazioni e informazioni LGBT-friendly.