Non è un segreto che la Toscana sia una delle regioni più LGBTfriendly d’Italia. Ma esiste davvero una “Firenze Gay”?

Risposta affermativa! Culla del rinascimento, rievoca un passato di arte e cultura con testimonianze ad ogni angolo della città. Come privarsi di scoprirla? Il capoluogo toscano comprende anche una Firenze gay?

Firenze gay blog babaiola

La Firenze gay esplode già negli anni 70…

Esplode negli anni ’70, ma già artisti come Machiavelli, Michelangelo, Pico della Mirandola e tanti altri hanno fatto conoscere Firenze come una città LGBTfriendly, in tutta Europa. Si dice che in alcune città di origine tedesca si usi, e si utilizzava anche in passato, la parola “florezen” per definire una persona omosessuale. Gli anni ’70 rappresentano gli anni della lotta per il riconoscimento della parità di diritti, si formano ed affermano diverse associazioni e si diffonde l’imprenditoria gay, infatti aprono i primi locali gay ed altri fanno coming out.

Quali sono i luoghi di incontro?

Oggi, La Firenze gay si anima, prevalentemente, nei weekend nella zona di Santa Croce e c’è anche qualche locale in cui fare cruising. Eccone alcuni:

Il Piccolo Caffè come si evince dal nome, non è di grandi dimensioni, ha una clientela mista ed è molto popolare nella comunità LGBT+. Organizza concertini live, offre aperitivi e anche cena.

Il Queer è versatile ed aperto a tutt*, ha un American Bar che serve ottimi cocktails. Organizza aperitivi e offre mille modi per socializzare, dalla partita a freccette al biliardo.

Il Quelo, se ti piacciono il caffè, i dolci e le merende golose è il posto giusto! Dal tiratisù a mostre di artisti locali, dagli aperipizza ai classici aperitivi, tutto è organizzato e preparato con cura.  Si sta prevalentemente fuori dal locale, per le ridotte dimensioni, anche qui la clientela è mista, tutti sono ben accetti a prescindere dal sesso!

Fairy Gold #laFirenzecheballa, serata molto popolare tra la Firenze gay, si tiene ogni sabato sera. Al piano terra si trova il ristorante bio bistrot con alimento a km 0. Il club, inoltre si divide in 2 sale: la principale dove si organizzano diversi eventi ed una seconda con servizio bar e privèè. Clientela: aperto a tutt*.

Qualche indirizzo per il cruising?

Fabrik – Via del Lavoro 19 – Calenzano, Firenze. È un circolo con bar, cabine video e area cruising riservato ai solo soci, quindi è necessario fare la tessera socio ANDDOS per entrarci. Per soli uomini, con serate bear, leather e naked.

Crisco – via Sant’Egidio 43/R. È il primo hard bar italiano e dopo una storia travagliata di chiusure e riaperture, oggi si presenta come un club per soli uomini e con una clientela internazionale.

Sei alla ricerca di una sauna?

A Firenze ce n’è soltanto una, leggi qui tutte le informazioni che riguardano la Florence Baths.

Staff

Staff

Babaiola è una community dedicata ai viaggiatori LGBT+, dove si possono pianificare le vacanze e conoscere tanti viaggiatori LGBT provenienti da tutta Europa. Lo staff propone solo destinazioni e informazioni LGBT-friendly.